Big Data: come possono esserci utili?

Il 30 novembre 2017 nella sede di Busto Arsizio di idea.lab abbiamo tenuto il workshop “La rivoluzione dei Big Data: tante informazioni a servizio del business”, a cui hanno partecipato circa 60 persone tra aziende, professionisti, docenti e studenti. Proprio questa eterogeneità è stata un’occasione preziosa per concretizzare l’obiettivo di idea.lab: quello di essere luogo di incontro e scambio di conoscenze ed esperienze.
Il workshop aveva un’esplicita connotazione introduttiva, e dopo aver proposto qualche idea sul fenomeno complesso dei Big Data ha cercato di offrire suggestioni sulle tre dimensioni:
– per chi lavora in un’azienda: come la mia azienda può trarre vantaggio oggi dai Big Data?
– per chi lavora nella formazione: cosa è opportuno insegnare oggi sul tema dei Big Data?
– per chi ha una sensibilità sulle trasformazioni culturali e sociali indotte dalla tecnologia: come cambia il nostro modo di conoscere con la diffusione dei Big Data?

Per rendere concreto il discorso, gli esperti di idea.lab hanno proposto tre casi operativi in cui l’uso appropriato di grandi quantità di dati può produrre benefici tangibili:
– per fare manutenzione dei propri prodotti in forma predittiva, in modo da ridurre i costi del processo senza aumentare i rischi di non funzionamento per i clienti, analizzando i dati raccolti automaticamente dai prodotti in funzione;
– per conoscere meglio i propri clienti attraverso le informazioni che scambiano sui social media e quindi identificare gruppi con interessi omogenei e individui particolarmente capaci di influenzare altri;
– per personalizzare l’offerta ai propri clienti, analizzando i dati relativi ai loro acquisti precedenti e costruendo in modo automatico suggerimenti appropriati per prossimi acquisti.

Da questi casi abbiamo tratto alcune conclusioni preliminari, che ci guideranno nella progettazione di prossime attività che idea.lab proporrà in particolare intorno al tema delle competenze necessarie per operare con Big Data, nel contesto di quella che oggi viene chiamata la “data science”, e per comprendere meglio i cambiamenti che la diffusione dei Big Data produrrà nel lavoro, nella formazione, e nella società.

Ringraziamo i relatori: Prof. Luca Mari, Prof. Gabriele Biucchi, Dott. Cesare Bernardis.

 La documentazione del workshop è disponibile a questo link.
2017-12-04T14:09:30+00:00